Breve storia.

Nel 1895 fu fondato il “Comité Permanent des Congres d’Actuaries” come Associazione di studiosi e/o professionisti in campo attuariale. La sede era a Bruxelles dove era convocato annualmente il Consiglio. Con cadenza per lo più triennale il Comité Permanent organizzava il Congresso Internazionale degli Attuari.

Nel 1934 il X ICA si svolse a Roma, organizzato dall’Istituto Italiano degli Attuari. Nel 1968 per ampliare l’obiettivo i Soci decisero di trasformare il Comité Permanent nell’attuale International Actuarial Association. La grande evoluzione avvenne tuttavia nel 26.mo ICA del 1998 quando l’IAA divenne l’Associazione delle Associazioni Attuariali Nazionali. Fu riscritto lo Statuto. L’obiettivo non era più limitato  alla Scienza Attuariale ma esteso alla Professione Attuariale  a livello globale.

L’IAA ora rappresenta le Associazioni nazionali nelle relazioni con le istituzioni interessate alla professione attuariale e promuove il ruolo, la reputazione ed il riconoscimento in campo internazionale degli attuari come esperti nei processi decisionali nell’ambito dell’industria dei servizi finanziari, della protezione sociale e della gestione del rischio. Attualmente l’IAA, che ha la sede in Canada, ha 70 Full Members Associations, 29 Associate Members e rappresenta oltre 60.000 attuari di 108 Paesi. Il Consiglio e il Foro dei Presidenti delle Associazioni Nazionali vengono convocati 2 volte l’anno. L’organizzazione delle riunioni del Consiglio e dei Comitati è affidata alle Associazioni Nazionali che ne fanno richiesta. Tutti i Fully Qualified Actuaries delle Associazioni Nazionali, membri dell’IAA, vi sono automaticamente iscritti.

Organizzazione.

L’IAA realizza gli obiettivi strategici tramite Comitati, sotto Comitati, Gruppi di Lavoro e Task Force, ciascuno con specifiche tematiche attinenti sia  la gestione dell’Associazione come l’Executive Committee, Audit and Finance Committee, Nominations Committee sia i vari settori della professione come ad esempio Formazione, Assicurazioni, Standards Professionali, Finanza, Sicurezza Sociale, Fondi Pnesione, Gestione del Rischio d’Impresa e il Professionalismo.

Di recente è stato costituito il Comitato Scientifico che ha sette Working Groups, tra cui Banking, Big Data, Mortality, Risorse ed Ambiente. I componenti dei Comitati tecnici sono nominati dalle Associazioni Nazionali. Attualmente sono circa 800 gli attuari che lavorano, su base volontaria, nei vari Comitati.

Attività Scientifica.

Le attività scientifiche e di ricerca sono svolte da 7 Sezioni a cui si possono iscrivere gli attuari delle Member Associations come Soci Individuali.

  • AFIR-ERM (Actuarial Approach for Financial Risks, fondata nel 1988)
  • ASTIN (Actuarial Studies In Non-life insurance, fondata nel 1957)
  • AWB (Actuaries Without Borders, fondata nel 2003)
  • IAAHS (Health Section, fondata nel 2003)
  • IACA (Consulting Actuaries, fondata nel 1968, divenuta Sezione dell’IAA nel 1999)
  • IAALS (Life Section, fondata nel 2006)
  • PBSS (Pensions, Benefits and Social Security Section, fondata nel 2003).

Gli Attuari iscritti alle Sezioni sono attualmente oltre 5000. Le Sezioni organizzano annualmente i Colloquia e ogni 4 anni il Congresso Internazionale degli Attuari. Gli iscritti alle Sezioni ricevono l’ASTIN Bullettin, the Journal of the IAA e possono partecipare gratuitamente ai Webinars e accedere alle e-library ed altri servizi specifici alle varie Sezioni.

Pubblicazioni.

L’IIA predispone gli “International Standards of Actuarial Practice (ISPs) con i relativi International Actuarial Notes (IANs)“Public Statements”, pubblica per i Soci membri ed altre istituzioni i Rapporti Annuali, le Newletters, i New Releases sulle attività svolte. Nel website dell’IAA si possono trovare il calendario degli eventi internazionali e le notizie più rilevanti per i professionisti. L’IAA ha anche pubblicato: IAA Risk Book, costituito da 16 lavori, disponibili sul sito, scritti da autori diversi. Il 17.mo e il 18.mo lavoro sono in progress e altri 4 in corso di sviluppo.

Relazioni con altre Istituzioni Internazionali.

Partecipano al Consiglio dell’IAA, oltre ai delegati delle Associazioni Nazionali,  Osservatori, Rappresentanti di Istituzioni pubbliche, accademiche o industriali, Patrons,  Partners e rappresentanti di altre Istituzioni internazionali quali l’ISSA (International Social Security Association) l’IOPS (International Organization of Pension Supervisors), l’IAIS (International Association of Insurance Supervisors) l’OECD (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), l’ILO (International Labour Organization) L’IFAC (International Federation of Accountants) e la Work Bank (Banca Mondiale). Con alcune di queste istituzioni l’IAA ha sottoscritto dei particolari accordi “Memorandum of understanding” sempre al fine di promuovere la professione attuariale che è uno degli obiettivi strategici fondamentali.

L’Istituto Italiano degli Attuari e il Consiglio Nazionale degli Attuari hanno un’unica rappresentanza congiunta nel Consiglio dell’IAA e in alcuni Comitati, Working Groups e Task Forces. (Acronimo ISOA)

Consiglio, Comitati, Gruppi di Lavoro e T.F.    –   Delegati ISOA  – 2017
Consiglio
    Delegato Carla Angela *
    Delegato Supplente Nino Savelli
Corrispondente Marco Pirra
IAA President Forum Giampaolo Crenca**
Membro del Comitato della  Sezione AFIR/ERM Carla Angela ***
Comitato Formazione Ermanno Pitacco
Comitato dei Rischi di Impresa e Rischio Finanziario Aldo Balestreri
Comitato Assicurazioni Danni Nino Savelli
Comitato per la Gestione Amministrativa delle Assicurazioni Antonella Chiricosta
Comitato per i Regolamenti delle Imprese di Assicurazione Gennaro Olivieri
Sottocomitato Orsa (Own Risk Solvency  Assessment) Nino Savelli
Comitato per le Pensioni Federica Zappari
Subcommittee Pensions accounting Ciriaco Serluca
Comitato Scientifico:
    Working Group sulla Mortalita’ Ermanno Pitacco  Co Vice Chairpersons
    Working Group Big Data Alberto Messina
    Working Group Banking Ivano Pastorelli
Comitato Per la Sicurezza Sociale Raffaello Marcelloni